RESET

Sistema Festival Fotografia racconta la società contemporanea

Per la categoria Call for Pictures, la giuria ha premiato tre progetti.

(Un)waxxed” di Francesco Andreoli (Carpi, MO, 1996), “per aver svolto – recita la motivazione – un’indagine fotografica approfondita sulle conseguenze psicologiche e comportamentali generate della pandemia Covid – 19, senza mai esprimere giudizi definitivi e superficiali. Per aver saputo mettere in evidenza, con delicatezza espressiva, paure e pregiudizi nei confronti dell’impiego dei vaccini. Per la qualità della ricerca storica e antropologica necessaria a contestualizzare l’argomento”.

Questa terra è la mia terra” del duo Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni, “per aver dato vita a un racconto fotografico di forte impatto emotivo senza mai rinunciare al dialogo tra etica ed estetica. Per aver saputo sviluppare una tematica complessa attraverso una potenza espressiva costruita sul confronto, la testimonianza, la documentazione e la creatività. Per aver saputo mettere in risalto le cause di un dramma ambientale, prestando attenzione ai sentimenti dell’umanità”.

Mattia Marzorati (Cantù, CO, 1992) con il progetto “La terra dei buchi”, “Per aver costruito una narrazione dinamica ed esteticamente impattante su un argomento di forte attualità. Le vicende che riguardano gli ultimi cento anni della città di Brescia e della sua provincia sono l’occasione per dare vita a una raccolta di memorie che ci aiuta a comprendere le contraddizioni di un luogo che oggi deve fare i conti con disastrose conseguenze per il territorio e per i suoi abitanti e a riflettere sull’insostenibilità degli attuali modelli di sviluppo”.

Per la categoria Call for Papers, il riconoscimento è andato a Benedetta Donato, con il testo “Lo sguardo lungimirante”, “Per aver saputo scrivere un saggio coerente con il tema proposto. Per aver saputo condensare in poche pagine una sintesi complessa relativa a una delle questioni centrali della nostra contemporaneità. Per aver individuato e proposto precise referenze culturali e visive. Per aver descritto con estrema precisione schemi di approccio progettuale che ben si adattano ad affrontare e conoscere il tema della rigenerazione urbana”.

Sistema Festival Fotografia promuove la open call RESET, indetta nell’ambito del Bando Strategia Fotografia 2020 della Direzione Generale Creatività Contemporanea (DGCC) del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo (MiBACT).

Sistema Festival Fotografia è la rete nata nel 2017 dalla volontà di cinque festival di fotografia italiani – Fotografia Europea, Cortona On The Move, SI FEST, Festival della Fotografia Etica e Photolux Festival – come piattaforma di scambio e luogo d’incontro, di confronto e di progettazione per individuare dei percorsi in comune salvaguardando le peculiarità di ciascuno dei partecipanti.

La call è rivolta a fotografi e ricercatori/curatori, italiani o residenti in Italia, ai quali si chiede un contributo rispettivamente visuale e testuale che declini il tema della call in maniera creativa e originale.

TEMA: RESET
Nella sua grande complessità morfologica, economica e culturale, l’Italia è oggetto di grandi cambiamenti. Sfruttamento del territorio, urbanizzazione, spopolamento, gentrificazione, sostenibilità e nuovi modelli di sviluppo economico sono fenomeni molto complessi già oggetto di studio e approfondimento.
La pandemia da una parte ha accelerato queste macro tendenze, dall’altra ha introdotto nuove esigenze e fatto emergere criticità a cui è ancora difficile dare una precisa identità. Una società liquida e complessa, che richiede un’analisi e un approfondimento importanti.
RESET fa suoi come oggetto di studio i concetti di nuova rigenerazione urbana e umana. Nuove forme di aggregazione delle comunità, cambiamenti incisivi indotti dalle nuove tecnologie, concetti di mobilità evoluta sono solo alcune delle istanze che stanno ridefinendo il concetto stesso di territorio e di relazione tra cittadini.
RESET è il primo capitolo di un necessario e complesso progetto di analisi dell’Italia contemporanea attraverso un dispositivo, il linguaggio fotografico, in grado di attivare un pensiero grazie al quale rileggere il paesaggio, il territorio e la società del nostro Paese.

CALL FOR PICTURES
Possono partecipare alla chiamata i fotografi/collettivi e i ricercatori/curatori nati o attualmente residenti in Italia.
Il progetto presentato deve declinare il tema proposto in maniera creativa e originale.
Le candidature dovranno essere compilate sia in italiano sia in inglese e composte da:
> titolo e abstract del progetto (max 2.000 battute)
> curriculum artistico in forma libera (max 1.500 battute)
> selezione di immagini (min 10 – max 20; formato .jpg, 72 dpi, lato lungo max 1280px) complete di eventuali didascalie

CALL FOR PAPERS
Possono partecipare tutti i ricercatori/curatori nati o attualmente residenti in Italia. Verranno privilegiate proposte di prospettiva interdisciplinare che approfondiscano il ruolo della fotografia come strumento privilegiato di indagine e analisi dei cambiamenti che investono la società e il paesaggio.
Le candidature dovranno essere compilate sia in italiano sia in inglese e composte da:
> titolo e abstract del testo/saggio (max 2.000 battute)
> curriculum vitae in forma libera (max 1.500 battute)
Unitamente si dovrà allegare il testo completo (max 15.000 battute) in italiano e in inglese in formato pdf.

La partecipazione al Premio è gratuita.

Tutto il materiale deve pervenire entro le 12:00 del 9 giugno 2021, esclusivamente in formato digitale, a questo link Clicca per partecipare

 

PREMI E RICONOSCIMENTI

  • I progetti selezionati (3 lavori fotografici + 1 paper) riceveranno ciascuno un premio in denaro di 3.000€*.
  • Il valore del Premio sarà corrisposto ai vincitori al termine dell’intero progetto, a dicembre 2021.
    I progetti saranno promossi e valorizzati attraverso le seguenti azioni in Italia e all’estero:
  • esposizione in una mostra collettiva inserita nel programma ufficiale della 30esima edizione di SI FEST 2021 di Savignano sul Rubicone;
  • pubblicazione in catalogo, lanciato in occasione della mostra;
  • esposizione in una mostra inserita nel programma ufficiale del Festival della Fotografia Etica 2021 di Lodi;
  • presentazione dei lavori nella conferenza di chiusura del progetto in occasione del Photolux Festival 2021 di Lucca.
  • presentazione in anteprima dei vincitori in contesto internazionale.
  • Gli autori selezionati avranno altresì accesso gratuito a un momento di alta formazione organizzato da Cortona On The Move 2021, con l’obiettivo di favorire le opportunità lavorative e l’incontro tra domanda e offerta.*I premi erogati sono da considerarsi ai sensi dell’art.6, c.1 lett. a, D.P.R. 430/2001. Resta a carico dei percettori dei premi l’obbligo di comprendere le somme complessive a tale titolo conseguite nella propria dichiarazione dei redditi.

L’artista/curatore, accettando il compenso citato, si impegna a:

  • garantire la paternità dell’esecuzione e dell’originalità delle opere;
  • dichiarare che le opere sono frutto del proprio ingegno e di avere tutte le facoltà necessarie per stipulare il presente accordo;
  • garantire il pacifico godimento dei diritti ceduti e assicurare che l’esposizione delle opere non violerà, né in tutto, né in parte, diritti di terzi;
  • fornire le immagini per mostra e catalogo in alta risoluzione;
  • realizzare la mostra presentata e selezionata tramite la open call RESET del Sistema Festival Fotografia. Il vincitore selezionato lavorerà in stretto contatto con lo staff del SI FEST per la realizzazione dell’installazione finale;
  • fornire, entro data stabilita dalla segreteria organizzativa, i materiali per l’eventuale pubblicazione del catalogo;
  • fornire, entro la data stabilita dalla segreteria organizzativa, una selezione di immagini complete di didascalia, copyright ed eventuali courtesy, liberate per la stampa, il sito web e ogni supporto di comunicazione/promozione del progetto RESET. Sistema Festival Fotografia racconta la società contemporanea
  • essere presente in occasione delle attività di promozione previste dal progetto: le attività formative a Cortona (luglio 2021), l’inaugurazione della mostra a Savignano (settembre 2021), le attività previste a Lodi (ottobre 2021) e il convegno finale previsto a Lucca (novembre 2021).

L’organizzazione si impegna a riconoscere e farsi carico di:

  • produzione della mostra: stampa o trasporto e assicurazione delle opere (entro i limiti stabiliti dall’organizzazione)
  • mettere a disposizione adeguato spazio espositivo per il periodo di apertura della mostra (edizione 2021 di SI FEST: 10 – 26 settembre 2021);
  • provvedere all’allestimento della mostra, concordato dall’artista con il curatore e lo staff del SI FEST;
  • provvedere all’allestimento della mostra, concordato dall’artista con il curatore e lo staff del Festival della fotografia Etica;
  • provvedere al disallestimento della mostra;
  • provvedere ai costi di messa in sicurezza dell’installazione;
  • realizzare la comunicazione interna della mostra;
  • promuovere la mostra attraverso i propri canali di comunicazione;
  • farsi carico delle spese di ospitalità (viaggio + alloggio, entro i limiti stabiliti dall’organizzazione) dei quattro vincitori per la partecipazione alle attività collegate al progetto, ad esclusione della spese relative alla presentazione in anteprima dei vincitori in contesto internazionale: le attività formative a Cortona, L’inaugurazione della mostra a Savignano, Le attività programmate a Lodi e la conferenza finale a Lucca.

GIURIA DI SELEZIONE
I progetti pervenuti saranno selezionati da una commissione composta da:

Denis Curti, direttore artistico SI FEST (Savignano sul Rubicone, FC)
Alberto Prina, direttore Festival della Fotografia Etica (Lodi)
Matteo Balduzzi, curatore MUFOCO, Cinisello Balsamo (MI)
Francesca Fabiani, curatrice Fotografia Contemporanea, ICCD (MiC), Roma
Elisa Medde, Managing Editor Foam Magazine
Aaron Schuman, fotografo, scrittore e curatore indipendente

I risultati della selezione saranno annunciati pubblicamente entro il 10 luglio 2021.

DIRITTI DI UTILIZZO DELLE OPERE
Informativa sul trattamento dei dati personali e liberatoria per immagini
Ai sensi del Regolamento UE 2016/679, in relazione alle informazioni richieste, si informa che tali documenti, contenenti i dati personali del partecipante, saranno trattati esclusivamente per le finalità connesse all’esecuzione dell’iscrizione alla Open call. Il conferimento dei dati è obbligatorio e la mancata fornitura potrà comportare impossibilità o ritardi nella definizione dei procedimenti che La riguardano.

Partecipando alla Open Call RESET tutti i fotografi concedono i diritti legali per pubblicarne, on line e sui social media, una selezione operata a cura del Sistema Festival, a fini promozionali della open call e delle attività future ad essa relative.

Con la presente il partecipante, qualora risultasse vincitore dell’Open Call RESET del Sistema Festival Fotografia, concede temporaneamente alla Fondazione Palazzo Magnani i diritti delle immagini inviate durante l’iscrizione per i seguenti scopi:
• Utilizzo per tutte le comunicazioni stampa
• Utilizzo per sito web di Sistema Festival Fotografia e dei siti web dei festival che ne fanno parte
• Utilizzo per ogni supporto di comunicazione/promozione del progetto “Reset. Sistema Festival Fotografia racconta la società contemporanea”

Sistema Festival si riserva di promuovere e gestire la circuitazione della mostra per i tre anni successivi.

 

INFO E CONTATTI
Segreteria
per informazioni e chiarimenti scrivere a
info@sistemafestivalfotografia.it